Imposta di bollo conto corrente e conto deposito

In vigore dal 2012, l'imposta di bollo sul conto corrente è, come dice la definizione, un'imposta associata al possesso di un conto corrente, bancario o postale e rendiconti dei libretti di risparmio. L’imposta di bollo viene pagata ogni anno e l’importo è strettamente legato alla giacenza media del conto corrente. Attraverso la circolare n.48 del 21 dicembre 2012 l’Agenzia delle Entrate ha fatto luce sul funzionamento dell’imposta di bollo, a chi spetta il pagamento, qual è il criterio di calcolo dell’importo e le esenzioni, fornendo adeguata risposta a tutti i dubbi diffusi fra le associazioni di categoria del settore bancario ed intermediari finanziari a seguito delle modifiche introdotte dalla nuova normativa.

Con il decreto «Salva Italia» del 2011 non è stato modificato l’importo del bollo, ovvero 34,20 euro annui per le persone fisiche. La somma si può pagare con un addebito trimestrale pari a 8,55 euro ogni 3 mesi oppure mensile, pari a 2,85 euro al mese. Di solito, il numero delle rate è legato alla rendicontazione e all’estratto conto inviato dalla Banca. Anche quelli che vengono definiti “Conti base”, ossia riservati a chi ha un profilo ISEE che non supera i 7.500 euro annui, sono esenti. Se il titolare del conto è una persona giuridica il costo è di 100 euro all’anno. Non sono soggetti a bollo i conti correnti che presentano un valore di giacenza media negativo, ossia inferiore ai 5.000 euro (la cosiddetta "no tax area"), un limite che è definito da tutte le somme depositate sul conto corrente e non vincolate.

Per il calcolo del valore medio di giacenza annua basta raccogliere tutti gli estratti conto emessi dalla banca o ufficio postale durante l’anno, sommare i saldi giornalieri del conto, dividendoli per 365. Per quanto riguarda l'imposta di bollo sul conto deposito, invece, non è prevista una somma fissa, ma l’importo dell’imposta di bollo si calcola in percentuale rispetto alla somma depositata. Per le persone fisiche l'importo annuale della tassa è passato dall'1,5 al 2 per mille della somma investita. Per le persone giuridiche è fissato un tetto massimo di 14.000 euro. Scopri le ultime novità di Facile.it sull'imposta di bollo, i decreti legge presentati e le normative vigenti per uno dei temi più importanti del mondo dei conto correnti.

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i migliori conti online, i conti correnti e deposito delle banche operanti sul territorio italiano.

Strumenti di calcolo

  • Assicurazioni auto

    Risparmia fino a 500€ scegliendo una nuova compagnia assicurativa.

  • Prestiti

    Richiedi un prestito fino di importo fino a 60.000€ per le tue spese personali.

  • Conti correnti

    Confronta i conti più convenienti del mercato e metti al sicuro i tuoi risparmi.

  • Adsl

    Confronta 11 operatori e risparmia fino a 400€ sull'ADSL.