Revisione auto 2018: in arrivo importanti novità

Revisione auto 2018: in arrivo importanti novità

Dal 2018 sono previste importanti novità per quanto riguarda la revisione auto: i controlli diventeranno molto più rigorosi per proteggere gli automobilisti dal rischio di truffe sui chilometraggi manipolati delle vetture di seconda mano, mettendoli anche al riparo dagli errori di interpretazione sulle date dei successivi controlli. Le modifiche sono state introdotte dal Decreto Ministeriale n. 214 del 19/5/17, che ha recepito la direttiva europea 2014/45, e saranno in vigore a partire dal 20 maggio 2018.

La novità più importante riguarderà il certificato di revisione che sarà rilasciato in copia cartacea alla persona che porterà la vettura al controllo tecnico, e che dovrà contenere i seguenti dati: numero di telaio, targa di immatricolazione, luogo e data del controllo, lettura del contachilometri al momento del controllo, categoria del veicolo, carenze individuate e livello di gravità, risultato del controllo tecnico, data del successivo controllo tecnico o scadenza del certificato attuale, nome del centro revisioni che ha effettuato il controllo e firma dell'ispettore responsabile.

Tra le novità revisione auto 2018 assumerà particolare rilevanza il dato dei km indicati sul certificato di revisione: in realtà l'obbligo di rilevare questo dato e trasmetterlo alla Motorizzazione Civile era già stato introdotto nel 2010, ma con le nuove disposizioni si dovrà subito comunicarlo anche al proprietario dell'auto. Stretta anche sull'alterazione del contachilometri, pratica purtroppo assai diffusa: se fino a oggi non si rischiava nulla, dal 2018 la procedura di manomissione sarà punibile ai sensi del Codice della Strada, anche se la violazione prevede per il momento una multa di appena 85 euro.

Un'altra novità sarà costituita dalla cosiddetta “fustella” che riporta l'esito del controllo ed è applicata sulla carta di circolazione dal centro revisioni: finora su di essa era riportata la data in cui era stato effettuato il controllo, ma dall'anno prossimo sarà invece indicata la data entro la quale si dovrà effettuare la revisione successiva. Il Decreto ministeriale ha introdotto pure la figura del responsabile tecnico della revisione, che dovrà necessariamente garantire alcuni requisiti minimi di competenza e formazione e un elevato livello di imparzialità e obiettività, e l'istituzione di un “organismo di supervisione” che dal 2023 avrò il compito di verificare il rispetto dei requisiti dei locali, delle attrezzature, della formazione degli ispettori e dell’esito delle revisioni.

Rimarranno invece invariati i costi della revisione auto (45 euro se viene effettuata nelle sedi provinciali della Motorizzazione Civile, 66,88 euro se l'auto viene portata nei circa 8.500 centri privati convenzionati) e le tempistiche: ogni 4 anni dopo la prima immatricolazione e ogni 24 mesi per i periodi successivi.

Offerte confrontate

Con il nostro comparatore di polizze auto trovi la migliore assicurazione on line e risparmi fino a 500€. Bastano 3 minuti!

Strumenti di calcolo

  • Assicurazioni auto

    Risparmia fino a 500€ scegliendo una nuova compagnia assicurativa.

  • Prestiti

    Richiedi un prestito fino di importo fino a 60.000€ per le tue spese personali.

  • Conti correnti

    Confronta i conti più convenienti del mercato e metti al sicuro i tuoi risparmi.

  • Adsl

    Confronta 11 operatori e risparmia fino a 400€ sull'ADSL.