Bollo auto ibride 2018: dove chiedere l'esenzione

Bollo auto ibride 2018: dove chiedere l'esenzione

In quali regioni non si paga il bollo per le auto ibride? La domanda è più che pertinente, visto che a differenza delle auto elettriche, che godono di un'esenzione quinquennale, le vetture a doppia alimentazione sono in teoria equiparate alle automobili a benzina e a gasolio e pertanto soggette al pagamento della tariffa intera della tassa automobilistica. Scriviamo in teoria perché, per fortuna, alcune regioni e le due province autonome di Trento e Bolzano (ricordiamo che il bollo auto è una tassa regionale) hanno autonomamente deciso di applicare alcuni sconti anche per le auto ibride, in modo da incentivarne l'acquisto al posto di veicoli decisamente più inquinanti.

Partiamo dalla Lombardia che proprio nel 2018 ha introdotto una novità che riguarda il bollo auto ibride: da quest'anno le vetture ibride dotate di strumentazione per ricarica esterna e immatricolate nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2020, godono di uno sconto del 50% per tre anni d'imposta a decorrere dall'anno di immatricolazione.

Restando nel nord Italia sono previste riduzioni sul bollo delle auto ibride anche in Piemonte (dal 23 novembre 2017 c'è l'esenzione totale per cinque anni per le vetture ibride con potenza uguale o inferiore a 100 kW), Liguria (esenzione dal 2016 per il primo bollo e le successive quattro annualità dei veicoli nuovi con alimentazione benzina/elettrica, benzina/idrogeno e gasolio/elettrica), Valle d'Aosta (esentati i veicoli con propulsione ibrida termico/elettrica e a idrogeno immatricolati tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2019), Veneto (dall'anno d’imposta 2014 vige l'esenzione per tre anni dalla tassa automobilistica) e nelle province autonome di Trento (esenzione per i primi cinque anni dei veicoli ibridi nuovi immatricolati a partire dal 29 dicembre 2010) e Bolzano (qui l'esenzione è limitata ai primi tre anni dall'immatricolazione, ma è ampliata a cinque per le auto con alimentazione elettrica e termica con emissioni di anidride carbonica inferiore a 30 gr. al chilometro).

E nel resto d'Italia? Sono previste agevolazioni sul pagamento del bollo auto ibride in Emilia-Romagna (la legge regionale 23 del 29/12/2015, ha concesso l'esenzione del bollo ai veicoli immatricolati dall'inizio del 2016 fino a tutto il 2017), Marche (esenzione totale per il primo periodo fisso e per le cinque annualità successive a favore delle vetture ibride immatricolate per la prima volta nel 2017), Lazio (dal 2014 esenzione per tre annualità dalla data di immatricolazione), Campania (anche qui dal 2014, per il primo periodo fisso e per le due annualità successive) e infine Puglia (cinque anni di esenzione per i veicoli nuovi immatricolati dal 1° gennaio 2014; decorso questo periodo le auto ad alimentazione ibrida benzina/elettrica e diesel/elettrica pagano un bollo auto ridotto del 75%).

Offerte confrontate

Con il nostro comparatore di polizze auto trovi la migliore assicurazione on line e risparmi fino a 500€. Bastano 3 minuti!

Strumenti di calcolo

  • Assicurazioni auto

    Risparmia fino a 500€ scegliendo una nuova compagnia assicurativa.

  • Prestiti

    Richiedi un prestito fino di importo fino a 60.000€ per le tue spese personali.

  • Conti correnti

    Confronta i conti più convenienti del mercato e metti al sicuro i tuoi risparmi.

  • Adsl

    Confronta 11 operatori e risparmia fino a 400€ sull'ADSL.