Blocco del traffico 2018-2019: le limitazioni città per città

Blocco del traffico 2018-2019: le limitazioni città per città

Si prevedono tempi duri per i possessori di auto diesel Euro 3 e altri modelli inquinanti: il blocco del traffico 2018-2019 in Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto è già diventato realtà dallo scorso 1° ottobre (fino al 31 marzo 2019), ma altre regioni e città (Roma per esempio) potrebbero presto aggiungersi alla lista, estendendo così le limitazioni a buona parte d'Italia.

Una decisione drastica ma probabilmente necessaria, nonostante siano contemplate numerose eccezioni, per provare a migliorare la qualità dell'aria che respiriamo. Ecco perché è fondamentale passare a veicoli alternativi e poter anche accedere ad agevolazioni per assicurare le auto elettriche e ibride.

Vediamo nel dettaglio cosa prevedono le limitazioni del blocco del traffico per i diesel fino a Euro 3 (e non solo), tenendo conto che molte cose potrebbero ancora cambiare nelle prossime settimane o nei prossimi mesi con l'inserimento di alcune deroghe.

In Lombardia il blocco riguarda 214 comuni, tra cui Milano, dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 19:30. Nel capoluogo le cose cambieranno più drasticamente dal 21 gennaio 2019, quando sarà ufficialmente istituita l'Area B, una ztl più estesa rispetto all'attuale Area C, con divieto di accesso e circolazione per diverse tipologie di veicoli e ben 186 telecamere poste sui varchi d'ingresso per stanare chi non rispetta le regole. E non è finita qui perché dal mese di ottobre 2019 scatterà anche il blocco degli Euro 4 e dal 2022 quello degli Euro 5.

Limitazioni al traffico già in atto anche in alcune zone del Veneto: a Verona, per esempio, i diesel Euro 3 non possono circolare nei giorni feriali dalle 8:30 alle 18:30 fino al 31 marzo 2019. Previste però deroghe per i cittadini con Isee pari o inferiore a 16 mila e 700 euro, over 70 anni, diversamente abili, e per chi non può recarsi a lavoro con mezzi pubblici.

In Emilia-Romagna sono invece decisamente più avanti a tutti, dato che dal 1° ottobre hanno già fatto scattare il blocco per i veicoli diesel Euro 4 (e inferiori), ma solo nei centri abitati dei comuni con oltre 30 mila abitanti e nei comuni con meno di 30 mila abitanti dell'hinterland bolognese.

E in Piemonte? Qui c'è qualche difficoltà perché i divieti sono slittati di qualche settimana, ma non a Torino dove è già in vigore un blocco dei diesel Euro 3 dalle 8:00 alle 19:00 (lunedì-venerdì, fino a marzo), mentre gli Euro 0 sono già fuori legge da un pezzo e gli Euro 1 e 2 sono sottoposti a limitazioni molto severe.

Infine Roma. Per il momento nella Capitale è tutto fermo, ma dal Campidoglio hanno già fatto sapere che i diesel Euro 3 saranno certamente bloccati entro il 2019, nell'ambito di un percorso virtuoso che porterà al fermo totale entro il 2024.

Offerte confrontate

Con il nostro comparatore di polizze auto trovi la migliore assicurazione on line e risparmi fino a 500€. Bastano 3 minuti!

Strumenti di calcolo

  • Assicurazioni auto

    Risparmia fino a 500€ scegliendo una nuova compagnia assicurativa.

  • Prestiti

    Richiedi un prestito fino di importo fino a 60.000€ per le tue spese personali.

  • Conti correnti

    Confronta i conti più convenienti del mercato e metti al sicuro i tuoi risparmi.

  • Adsl

    Confronta 11 operatori e risparmia fino a 400€ sull'ADSL.